Consigli immobiliari

Una nuova risorsa per chi si avvicina al mondo immobiliare

img areariservata
Vuoi pubblicare un articolo su CASAndo?

Consigli per chi affitta un immobile parte 2

State per affittare il vostro immobile e volete avere qualche consiglio? Ecco una piccola guida per sapere qual è l’iter da compiere prima di far firmare un contratto di affitto ad inquilino.

3: Assicurarsi di aver trovato un inquilino giusto

    Prima di firmare il contratto di locazione, il proprietario o l'agente immobiliare deve selezionare le persone con maggiori garanzie finanziarie.

    Gli inquilini delle case interessate devono presentare al più presto un elenco di documenti per rassicurare circa la loro capacità di pagare l'affitto. Non fate affidamento esclusivamente sul vostro intuito, comunque, e prendetevi il tempo di controllare le referenze di ogni potenziale inquilino. Questi elementi chiave vi permetteranno di avere una chiara idea dell’ affidabilità del candidato. Inoltre, chiedete al vostro futuro inquilino di presentare:

    -fotocopia della carta d'identità

    -il contratto di lavoro

    -le ultime tre buste paga

Se avete qualche dubbio sulla validità dei documenti, potete contattare il datore di lavoro al fine di garantire che il candidato sia effettivamente impiegato nella società. Prendetevi il tempo di scrivere un contratto di locazione completa, non esitate a ricordare all'inquilino determinati obblighi e ricordate di includere alcune clausole relative alle specifiche.

 

4. Controllo dello stato degli elettrodomestici, dei vani e dei mobili

4.1. Stato degli elettrodomestici, dei vani e dei mobili

- Impostare la condizione base dei locali dell’appartamento in affitto, in modo dettagliato, da un esperto immobiliare, costo che dovrà essere condiviso con l'inquilino (salvo diverso accordo);

- Fornire all'inquilino una copia degli apparecchi manuali, l'installazione del riscaldamento e dell’acqua calda, nonché di qualsiasi altro impianto speciale (allarme, ecc)

- Fare una lista di eventuali interventi speciali ( riguardo a parquet, piastrelle, ecc...) se necessario, che elenca i prodotti da utilizzare e allegare il contratto di locazione.

-Specificare all'inquilino, e se non è già nel contratto di locazione, i suoi obblighi (ad esempio, pulizia delle grondaie e dei canali accessibili).

 

4.2. Chiavi

Si possono consegnare le chiavi:

- Se la garanzia di locazione è costituita validamente;

-Se il contratto d’affitto è stato sottoscritto e firmato con successo.

 

4.3. Avviso di recesso

Il proprietario può recedere dal contratto al termine del contratto stesso di locazione, quando una di queste condizioni soddisfatta almeno uno di questi requisiti:

•      fine del contratto di locazione

•      se il proprietario desidera usare l’immobile come propria abitazione

•      c’è una colpa legittima e seria da parte del conduttore (vari fastidi, i ritardi di pagamento del canone di locazione ...)

•      vendita dell’ abitazione

La notifica del congedo deve avvenire tramite lettera raccomandata con ricevuta di ritorno e deve essere effettuata almeno sei mesi prima della data di scadenza del contratto di locazione. In caso contrario si rinnova automaticamente il contratto di locazione per un ulteriore periodo.

Autore:  Manuela Velini   
    
          Share on Tumblr




Newsletter

Iscriviti a CASAndo utile

Cosa devi fare?

Devo affittare/andare in affitto
Devo comprare/vendere casa
Devo ristrutturare casa
Devo traslocare
Documenti utili
Il condominio - regole

▲ Torna su