Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo 47 Bandiere Blu da esporre e il Comune va in crisi
Categorie in cui questo articolo è presente :   Vacanza            

27 Agosto 2015

Lo strano caso di Porto Sant'Elpidio in provincia di Fermo (Marche): essere in crisi per le troppe Bandiere Blu. Non per la scarsa qualità del mare, che in realtà è splendido e cristallino, ma per aver ricevuto troppe volte il prestigioso riconoscimento internazionale per la qualità ambientale delle spiagge e dell'acqua. Infatti, Porto Sant'Elpidio ha ricevuto per l'ottavo anno consecutivo la Bandiera Blu e per legge le autorità comunali devono esporre le bandiere.

Sono in tutto 47 (45 piccole e 2 grandi) da appendere all'esterno del municipio ed in ognuna delle spiagge premiate. Complessivamente la spesa è di 1200 euro: non tantissimo, ma neppure una somma trascurabile; eppure niente in confronto al ritorno in termini di immagine, prestigio, visibilità e fatturato turistico.

Eppure quei 1200 euro bastano a mettere in crisi l'amministrazione comunale marchigiana. La spesa per l'esposizione delle bandiere, infatti, non è stata inserita nel bilancio preventivo comunale già approvato. Di conseguenza, i dirigenti del settore Servizi Finanziari hanno posto il veto, definendola  una spesa discrezionale, che supera il limite finanziario della gestione.

A questo punto, Nazareno Franchellucci, il sindaco di Porto Sant'Elpidio, appartenente al centrosinistra, ha deciso di forzare la mano. Di perdere la certificazione Bandiera Blu, eccezionale biglietto da visita internazionale della qualità del mare e di tutti i servizi connessi, non ha voluto neanche sentirne parlare. Ha deciso quindi di acquistare ugualmente le bandiere, presso un fornitore scelto dall'ente Fee (organizzazione che certifica il riconoscimento Bandiera Blu). Il rischio c'è, in quanto, nel caso l'amministrazione comunale di Porto Sant'Elpidio dichiarasse bancarotta o l'insolvibilità, il sindaco potrebbe essere accusato di danno erariale. Ma il primo cittadino assicura: i nostri bilanci sono solidi e la spesa irrisoria. Per il resto, si tratta di un'altra storia all'italiana.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Ambiente    Vacanze         
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags