Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo A NATALE... PUOI?
Categorie in cui questo articolo è presente :   Umorismo e Finzione    Cronaca         
immagine dell'articolo

19 Dicembre 2011

ROMA. “A Natale puoi fare quello che non puoi fare mai.” Così recita la canzone di un noto spot pubblicitario. E sembra proprio che qualcuno ci creda. 31 anni, impegnato nel suo lavoro di programmatore in una nota azienda di web agency, Matteo Ricci[1] ha dimostrato che “a Natale si può fare di più.” 
Tramite un fotomontaggio fatto a regola d’arte, Ricci riesce ad unire verosimilmente l’immagine di un coniglio con quella di una renna. Crea poi un sito web grazie alle sue elevate competenze tecniche, nel quale si parla del ritrovamento di una nuova specie nelle foreste del Canada. Ad avvalorare il tutto pone le foto modificate.  Numerose sono le visite ricevute dal sito grazie all’ aumento di ricerche a tema natalizio all’ inizio di Dicembre. Ricci allora decide di ingegnarsi ancora di più: crea un annuncio per la vendita di questi bizzarri cuccioli, considerati il “regalo perfetto per il Natale di vostro figlio. Morbidi e docili, minuscole e tenere renne a farvi compagnia accanto all’albero, riuscite a immaginare qualcosa di meglio?” 
Nata come quella che per l’autore doveva essere un’ evidente ironia, la situazione si evolve in un altro senso.  Arrivano le prime richieste di acquisto e il programmatore si dimostra sorpreso, ma non impreparato. Accetta gli accrediti di denaro  - ben 100 € a “creatura”-  tramite ricariche sulla sua postepay. Arriva addirittura ad accumulare una cifra approssimativa di 2000 €. Ovviamente gli inesistenti animaletti non arrivano ai destinatari, e il fatto viene denunciato.


I soldi sono stati restituiti in data odierna a quelli che verranno ricordati per eccellenza come i Creduloni del Natale 2011 e Ricci sarà costretto a pagare una sostanziosa multa. Ma tutto questo divertente scoop, potrebbe insegnarci quanto bisogni prestare attenzione negli acquisti sul web.  Cadere in truffe verosimili (e non , a giudicare da questo episodio), inserire una password al momento sbagliato, non controllare i siti che si visitano: azioni molto semplici che fanno molte vittime. Con un semplice click, un Hacker, o più precisamente un Cracker, può accedere senza fatica ai nostri dati. Cracker, sì, perché un hacker propriamente detto è un semplice informatico che vuole superare i propri limiti per divertimento. Un cracker vuole fare la stessa cosa, ma per guadagnare. Anche se ciò significa andare contro la legge. Ed ecco che l’ “hacker” Matteo Ricci si trasforma in “cracker” per la brama di soldi facili.
Con esche dettate dal consumismo, dalla ricerca di risparmio e originalità, le truffe su internet sono oggi davvero numerosissime, molto differenziate tra loro e difficili da individuare. Esiste però un centro attivo ventiquattr’ ore su ventiquattro, che si pone l’obiettivo di smascherare il maggior numero di truffe online: L’RSA. Numerosi sono inoltre gli articoli informativi atti a sensibilizzare gli affezionati dell’acquisto online. 
Insomma, le potenzialità di internet  sono enormi. E enormi sono anche i problemi che ne possono derivare. “Da un grande potere derivano grandi responsabilità”. Tutto sommato, sembra proprio che Ben Parker, nonché zio dell’Uomo Ragno, non parlasse poi tanto a vanvera!
____________________________
[1]Il nome e la storia qui descritti sono di pura finzione, atti al solo scopo di figurare la facilità con cui è possibile costruire truffe online e far credere ogni cosa a molte persone.

Fonte:  Isabella Gomato   
Tags in cui l'articolo è presente :    Hacker e Cracker    Natale    Truffe online      
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags