Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Agriturismi: boom di presenze nell'estate 2015
Categorie in cui questo articolo è presente :   Vacanza            

17 Settembre 2015

Rispetto al 2014 sono cresciute le presenze nei B&B (si è passati dal 2,9% al 4,3%) e nei camping (dal 2,5% al 4,3%). Secondo Federalberghi, tuttavia, a registrare un boom di presenze (+8%) sono gli agriturismi. Inoltre, secondo Coldiretti, l'estate del 2015 ha visto 6 milioni di visitatori, molti dei quali stranieri (+3%). Questo successo straordinario è dovuto in gran parte all'estrema varietà delle offerte: gli agriturismi non sono solo in campagna, ma anche al mare (molto popolari quelli in Maremma) e in montagna. Quel che conta è il mix di natura, storia, cultura, divertimento ed enogastronomia che hanno contribuito alla diffusione di questo tipo di vacanza.

Altro fattore che ne ha decretato il successo è il costo contenuto del soggiorno rispetto alle strutture alberghiere. Dato che la ripresa economica è solo agli inizi e che famiglie e singole persone non hanno una grande capacità di spesa, gli agriturismi sono una scelta che unisce relax e convenienza economica. Dei 32 milioni di vacanzieri italiani una buona fetta ha optato per questa sistemazione. Infatti, secondo Confesercenti, un vacanziere su tre quest'estate ha a disposizione soltanto 500 euro per le vacanze: il 19%, invece, può permettersi un budget di 750 euro, il 14% meno di 1.000 euro, il 21% tra i 1.000 e i 2.000 euro. Solo il 13% però può spendere più di 2.000 euro per le proprie vacanze. Tirando le somme, il budget medio è di 840 euro. Si tratta di una cifra più alta rispetto alle possibilità economiche dell'anno scorso (+6%), ma ben lontana dalle disponibilità pre-crisi (nel 2010 la spesa media per le vacanze era di 1022 euro). Al contrario, sono aumentati i turisti che hanno deciso di spendere meno rispetto al 2014 (+2%).

Per tutti questi motivi, i turisti preferiscono spendere con cautela, optando per vacanze brevi, low cost e non lontano da casa. Quel che basta per rilassarsi, recuperare le forze e spendere poco. Così gli agriturismi da fenomeno di nicchia del settore turistico sono diventati strutture dai numeri sempre più consistenti. Si va dall'altissimo fatturato (più di un miliardo di euro l'anno) alla crescita del 60,5% in 10 anni: dal 2003 al 2013 sono passati da 13019 a 20897 per 406957 coperti a tavola e 224993 posti letto.   

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Vacanze    Ferie         
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags