Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Alberghi per chi legge
Categorie in cui questo articolo è presente :   Estero            

28 Gennaio 2016

Ha aperto a Tokyo il primo albergo pensato appositamente per gli appassionati di libri. Si trova nel centro della capitale giapponese e non ha stanze: i letti sono ricavati nelle librerie che occupano tutto l'edificio, i cui scaffali ospitano romanzi, saggi, raccolte di poesie e racconti, testi teatrali provenienti da tutto il mondo e in tutte le lingue. Ci si stende in comode nicchie, dove si può leggere tutta la notte e cedere al sonno dolcemente, ma ovunque vi sono cuscini e divani per rendere ogni angolo accogliente sia per rilassarsi che per la lettura. L'albergo si chiama Bed&Book ed è stato progettato dagli architetti Ai Yoshida e Makoto Tanyui: numero dei posti letto 30; numero di volumi duemila. Il soggiorno è di 45 euro a notte, comprensivo di colazione e del consumo illimitato di libri.

Su questa scia crescono le iniziative che coniugano soggiorno e lettura: da New York all'Inghilterra sono numerose le librerie-hotel e gli alberghi per turisti speciali. Possono essere lussuosi o spartani, ospitati in edifici antichi o moderni, ma l'idea di fondo è sempre la stessa: prima si legge e poi si dorme. Meglio. A New York è stato aperto il Library Hotel: è un edificio moderno e lussuoso con 60 camere e più di 6000 volumi in librerie sparse per le stanze. E non offre soltanto la lettura privata, ma anche pranzi letterari e letture pubbliche. Simile per concezione il B2 Boutique Hotel di Zurigo, albergo a quattro stelle con una grande biblioteca aperta agli ospiti anche tutta la notte. Sempre in Europa, ma con una concezione diversa è la Gladstone's Library del villaggio di Hawarden (Galles): si tratta di una vera e propria biblioteca, la più importante del Galles, fondata dallo statista e primo ministro William Heart Gladstone nell'Ottocento. Ospitata in un complesso vittoriano di mattoni rossi e circondata da ettari di parco a prato inglese, vi si trovano una collezione di 250.000 libri (molti dei quali rari o prime edizioni) e 26 posti letto ricavati direttamente nelle sale di consultazione.

Più lontano il Bed and Book di Reykjavik, Islanda: semplice, spartano ed economico, è ospitato in una vecchia casa del 1930 in una posizione isolata sul lungomare. A conduzione familiare, ha poche camere e una biblioteca ben fornita a cui si può sia attingere che contribuire: gli ospiti, infatti, posso lasciare lì alcuni dei propri libri e portarsene a casa altri che trovano sul posto, lasciati a loro volta da precedenti villeggianti provenienti da altre parti del mondo.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Estero    Cultura         
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags