Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Cambia la dichiarazione dei redditi: arriva il modello digitale precompilato
Categorie in cui questo articolo è presente :   Economia e Politica            

9 Marzo 2015

Cambia da quest'anno la dichiarazione dei redditi. Sia per i lavoratori dipendenti che per gli autonomi ed i pensionati sarà introdotto il modello CU (Certificazione Unica) dei redditi, che sostituirà il vecchio CUD. Tuttavia, a differenza delle aspettative di molti italiani, gli oltre 20 milioni di modelli precompilati arriveranno a casa dal 15 aprile, ma solo in versione digitale: per ottenerlo, bisognerà andare sul sito dell'Agenzia delle Entrate o telefonare all'ufficio dell'Agenzia competente per il territorio per poter acquisire i codici per i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate.

Detto questo, nel modello CU saranno già disponibili i dati sul proprio reddito, le ritenute già eseguite, le spese per i mutui, i contratti d'affitto, le detrazioni a cui si hanno diritto e gli eventuali crediti d'imposta. Solo dall'anno prossimo, invece, nella dichiarazione precompilata saranno previsti i campi delle spese sanitarie, tasse scolastiche universitarie e scolastiche, ed altre spese detraibili.

Il modello CU riguarderà tutti i soggetti che hanno eseguito qualunque tipo di prestazione lavorativa in qualunque forma, e che hanno subito ritenute d'imposta con versamenti a carico del datore di lavoro. Saranno esclusi i lavoratori domestici (colf e badanti).

Tolta quest'eccezione, chiunque abbia maturato dei redditi nell'anno passato riceverà il modello precompilato CU, che, in copia, sarà inviato all'Agenzia delle Entrate. Come già detto saranno presenti i dati sul reddito, mutuo, premi assicurativi e contributi previdenziali, mentre dovranno essere integrate le informazioni sulle spese detraibili. Una volta modificato (in presenza di eventuali

errori) oppure integrato, si avrà tempo per trasmettere il modello CU all'Agenzia delle Entrate un periodo che va dal 1 maggio al 7 luglio. Inoltre, si potrà effettuare l'invio direttamente dal proprio PC oppure si potrà delegare un sostituto d'imposta che effettua prestazioni di assistenza fiscale (professionista o Caf).

Se la dichiarazione dei redditi viene accettata, la questione sarà chiusa, se invece l'Agenzia delle Entrate deciderà di effettuare controlli documentali, questi saranno svolti solo nei confronti dei sostituti d'imposta. Sarà anche per questo che, rispetto all'anno scorso, i costi delle prestazioni dei Caf e dei professionisti saranno maggiori. Nell'eventualità che i lavoratori o i pensionati abbiano diritto a riavere indietro dei soldi, riavranno la somma in busta paga o nell'assegno pensionistico.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Governo            
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags