Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Comprare una casa in Italia è un buon investimento?

5 Marzo 2015

In questi tempi di crisi l’acquisto di immobili potrebbe essere un ottimo investimento: innanzitutto si evita di tenere ‘fermi’ i propri risparmi – difficilmente ne potreste ricavare un buon guadagno a lasciare i propri soldi in banca, anche con un discreto interesse- e poi un immobile è un bene che può avere diversi vantaggi, dal fatto di poterne usufruire come abitazione ( e quindi evitare la ‘perdita’ in affitti), oppure lo si può affittare, o ancora lo si può rivendere a terzi creando un ulteriore guadagno.

Secondo recenti analisi del mercato immobiliare nei paesi membri condotte dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, sono state identificate tre diverse categorie di posti in cui acquistare una casa.

Potete trovare opportunità in Giappone, che viene considerato uno dei  mercati più convenienti in seno all'OCSE; mentre in Europa il Paese in cui più conviene investire per quanto riguarda il mercato immobiliare è proprio la nostra Italia.

Le case in Italia sono accessibili, ovviamente dal punto di vista economico, e danno la possibilità data la vicinanza, di poter essere tenute sotto controllo proprio per quanto riguarda gli investimenti, sia che se ne voglia usufruire dal punto di vista del ricavo in caso di affitto a terzi, sia se si desidera rivenderle ad un prezzo più alto: in questo modo è molto più gestibile l’affare se non che in altri Paesi dell’Europa se non addirittura extraeuropei.

 

Ma dove si possono fare gli affari migliori in Italia? Premettendo che acquistare immobili nel Bel Paese è a prescindere un buon investimento- in effetti, alcuni credono che l'Italia sia troppo costosa, ma questa è solo una leggenda metropolitana- le aree più interessanti rimangono sempre quelle del centro, come la Toscana e le Marche, ma anche zone turistiche come quelle attorno alle Alpi, anche se lievemente più esose.

Il primo motivo per cui coloro che sono alla ricerca di case possono concedersi l’acquisto di una proprietà in uno dei meravigliosi luoghi del nostro Paese a prezzi accessibili è che soprattutto oggi, a seguito della depressione economica una casa può costare circa il 5,3% in meno rispetto agli anni scorsi.

Infatti, dal 2008, l'annus horribilis del mercato finanziario globale che decretò l'inizio della crisi, i prezzi sono scesi tra il 20% e il 25%.

Inoltre c’è da evidenziare che i tassi di interesse sono in calo: se avete bisogno di prendere in prestito denaro ora, è molto più conveniente. I tassi di interesse ipotecari stanno vivendo un declino graduale secondo la Banca d'Italia, che ha registrato un Taeg (tasso di interesse applicato) medio pari a 3,6%, rispetto al 3,9% dell'anno precedente.

A causa di queste contingenze favorevoli, le vendite sono cresciute del 4,1% nel primo semestre del 2014 secondo il Tesoro italiano.

In terzo luogo, l'Italia è un investimento sicuro. L’ FMI avverte del rischio di bolla immobiliare che incombe su alcuni paesi emergenti come la Cina e il Brasile, ma anche in Australia, Canada, Norvegia e in particolare nel Regno Unito. Questo a causa principalmente delle politiche di bassi tassi di interesse applicati dalle banche centrali. In Italia, questo rischio non esiste.

Fonte:  Manuela Velini   
Tags in cui l'articolo è presente :    News immobiliari            
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags