Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Google+ Super i 100 milioni di iscritti. Facebook e Twitter devono iniziare a preoccuparsi?
Categorie in cui questo articolo è presente :   Attualità    Internet    Social Network      
immagine dell'articolo

12 Aprile 2012
Google+, il giovane social network creato dalla miliardaria azienda Google inc., si fa sempre più minaccioso per le più affermate piattaforme sociali online, quali Facebook e Twitter. Sì, perchè a soli 8 mesi dalla sua fondazione, Google+ si è aggiudicato il traguardo dei 100 milioni di iscritti. 8 mesi, contro i 4 anni e mezzo impiegati da Facebook per raggiungere lo stesso risultato. E se è vero che Facebook ha dato uno scossone al mondo dei social networks, rendendoli sempre più popolari e in qualche modo spianando la strada alle nuove piattaforme, è vero anche che i dati non mentono: Google+ sta diventando un avversario davvero temibile. La nascita di questa piattaforma è in realtà dovuta paradossalmente proprio alla potenza dell’antagonista Facebook. In passato infatti il social network ha superato più di una volta il numero di visitatori giornalieri dell'imponente Google. Questo ha infastidito non poco la suddetta azienda, che ha iniziato a lavorare al proprio social network. Incredibile pensare che tutto ciò sia scaturito da uno studente di Harvard che quasi per gioco con la sua “creatura” Facebook voleva mettere in contatto gli studenti di diverse università.

E così troviamo gli attuali 800 (e oltre) milioni di iscritti di Facebook che si scontrano aspramente con quelli del rivale Twitter, alla quota di circa 500 milioni. Senza poi contare gli altri innumerevoli social network presenti sulla scena: Myspace (25 milioni di utenti), LinkedIn (150 milioni), Tumblr (40 milioni), Flickr (51 milioni), tanto per citarne qualcuno. 
Ora, Twitter è un avversario affermato per Facebook e i numeri dello scontro tra i due siti non stupiscono più di tanto. Un dato che sorprende però c'è: per Google+ sono previsti almeno 400 milioni di iscritti entro la fine di quest'anno. Senza troppe cerimonie, il "neonato" Google+ si sta imponendo prepotentemente sulla scena della “società online”. Che questo nuovo social stia iniziando a intimorire gli incontrastati –almeno fino ad ora- “boss” del settore? Le opinioni sono molto diverse. Fra tutte, interessante la strada che non punta sull’ascesa di Google+. Questa porta come argomentazione il tempo dedicato ad ogni social network. Risulta infatti indiscusso che il tempo che gli utenti trascorrono su Facebook  è decisamente superiore al tempo passato sugli altri social network ( 7 ore in media su Facebook contro 3 minuti su Google+). Forse perchè le applicazioni offerte da Facebook, molto più rispetto a quelle delle altre piattaforme, vanno incontro alle esigenze della fascia dei “teenagers”, sempre più propensi a passare il loro tempo online.

Insomma, si parla di cifre davvero altissime se si analizza qualunque realtà sia connessa ai social network. E in effetti, le cifre monetarie del big del settore parlano chiaro. Basti pensare che a fine 2011 la cifra dei fatturati di Facebook si aggirava intorno ai 3.7 miliardi di dollari, con un incremento rispetto all’anno precedente dell’87% circa. Difficile credere che nei prossimi tempi questa tendenza sia destinata a diminuire. Infatti, come direbbe il sociologo spagnolo Castells: "Se avete intenzione di vivere nella società, in questa epoca e in questo posto, dovete fare i conti con la società in rete.”, male o bene che sia. 

Fonte:  Isabella Gomato   
Tags in cui l'articolo è presente :    Facebook    Google+    Twitter    Internet   
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags