Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo La nuova Mirai, l'auto all'idrogeno
Categorie in cui questo articolo è presente :   Ambiente            

25 Dicembre 2015

Esattamente come hanno lanciato le auto ibride, così le case automobilistiche giapponesi hanno recentemente presentato le auto all'idrogeno. Per la precisione, è stata la casa Toyota a fare uscire i nuovi modelli. L'auto del futuro ha un aspetto allo stesso tempo elegante e futurista, la nuova Mirai ha una potenza equivalente a quella di un'auto a benzina, anche se il motore e le batterie sono molto simili a quelle delle auto ibride. A differenza del modello Prius (che invece ha una potenza di gran lunga inferiore), raggiunge la velocità di 60 chilometri all'ora (il limite di velocità nella Shuto Expressway della capitale Tokyo) in pochi secondi, lasciandosi dietro durante le accelerazioni una scia bianca di vapore acqueo.

Appena immessa sul mercato giapponese (il primo esemplare prodotto è stato regalato al primo ministro Shinzo Abe), da questo autunno sarà in vendita anche in Gran Bretagna. Costo 56.000 sterline. Il successo delle vendite della Mirai è tuttavia legato alla realizzazione di una rete di stazioni di servizio all'idrogeno sul territorio. Infatti, anche se le Mirai hanno un'autonomia di 480 chilometri (di gran lunga superiore ai 100 delle auto elettriche), il serbatoio può contenere al massimo solo 5 chili di idrogeno. Di qui la necessità dei rifornimenti e di una rete territoriale abbastanza capillare.

La commercializzazione della Mirai in Gran Bretagna vede appunto la contemporanea apertura di una stazione di rifornimento all'idrogeno nei pressi di Sheffield, lungo l'autostrada M1 (la prima nel Regno Unito). Entro la fine dell'anno, inoltre, il governo inglese ha preso l'impegno di creare 15 pompe all'idrogeno per coprire tutto il territorio del Regno Unito (costo totale dell'operazione 11 milioni di sterline). Un po' poco rispetto all'impegno del Giappone: il premier Abe non solo si è impegnato a far aprire 100 pompe all'idrogeno in tutto il Giappone entro la fine del 2015, ma ha anche concesso un sussidio (equivalente a 16000 sterline) agli acquirenti delle nuove Mirai.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Ambiente    motori         
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags