Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Legge di stabilità 2015: come chiedere la sospensione del mutuo sulla prima casa
Categorie in cui questo articolo è presente :   Mutui            

10 Maggio 2015

Una misura di cui poco si parla contenuta nella legge di stabilità (articolo 1, comma 246) è la moratoria per sospendere temporaneamente le rate dei mutui e dei finanziamenti non solo per le famiglie, ma anche per le micro, medie e piccole imprese. La norma, che varrà per tutto il periodo 2015-2017, recepisce le indicazioni di molte associazioni di consumatori e dell'ABI (Associazione Bancaria Italiana): consentirà di chiedere una sospensione del mutuo per massimo 12 mesi in caso di serie e motivate difficoltà, e sarà complementare al Fondo di solidarietà ministeriale.

Quest'ultimo, istituito nel 2013 con motivazioni simili, ha tuttavia regole diverse: infatti, consente una sospensione per massimo 18 mesi, che può essere richiesta soltanto da chi rimane senza lavoro.

La nuova moratoria appena introdotta, invece, allarga considerevolmente il numero dei possibili beneficiari, in quanto vi rientrano anche chi è rimasto vittima di un grave infortunio, in caso di decesso gli eredi del mutuatario, chi ha subito a causa della crisi una sospensione del lavoro od una riduzione dell'orario di lavoro per almeno 30 giorni di seguito. È escluso dalla moratoria chi possiede i requisiti necessari per accedere al Fondo di solidarietà (in pratica i disoccupati).

La moratoria inoltre riguarda solo i mutui per la prima casa (sono tassativamente escluse le seconde case) e l'abitazione principale. La richiesta di sospensione deve essere presentata alla banca (si ha tempo fino al 31 dicembre 2017) e l'istituto bancario deve pronunciarsi sull'ammissibilità della richiesta entro 20 giorni lavorativi.

Attenzione: si potrà richiedere la sospensione soltanto una volta per tutto il tempo di acquisto dell'immobile, e questa riguarderà solo la restituzione della quota capitale. Gli interessi del mutuo, infatti, dovranno comunque essere pagati.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Mutui            
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags