Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Moby acquista Tirrenia e la regione Sardegna si rivolge all'Antitrust
Categorie in cui questo articolo è presente :   Viaggi            

31 Agosto 2015

La Regione Sardegna ricorre all'Antitrust per il caso dei trasporti via mare da e per l'isola. Tutto inizia ai primi di luglio, quando il proprietario della compagnia Moby (l'armatore napoletano Vincenzo Onorato) ha comprato la società Cin-Tirrenia, ex compagnia di navigazione pubblica in seguito privatizzata. Il costo dell'operazione è stato di 100 milioni di euro, ottenuti con la partecipazione di Unicredit e del fondo di investimento statunitense Och Ziff. Il risultato è che Onorato controlla il 95% dei traffici marittimi di tutta la Sardegna.

L'amministrazione regionale di Francesco Pigliaru, tuttavia, ha seguito con apprensione la scalata a Tirrenia, tanto che l'assessore regionale con delega ai trasporti Massimo Deiana ha presentato un esposto in merito all'Antitrust. Preoccupa, infatti, la concentrazione dei trasporti marittimi di persone e merci da e per la Sardegna nelle mani di un'unica persona, fatto che potrebbe impedire la concorrenza nel settore. Un vero e proprio monopolio che danneggerebbe i consumatori ed il mercato.

Moby e Tirrenia insieme controllano di fatto la stragrande maggioranza delle rotte dell'isola e la preoccupazione (comune ai consiglieri regionali di qualunque schieramento) è che in questo modo il prezzo dei biglietti possa aumentare incontrollabilmente. Peggio ancora, che sia il personale a farne le spese. Da qui l'esposto all'Autorità garante del libero mercato, che ha un mese di tempo per pronunciarsi in merito, autorizzando l'operazione (anche con condizioni specifiche) o vietandola.

Cin-Tirrenia, comunque, si è affrettata a fugare le preoccupazioni: il concetto non detto è che i fondi annuali erogati dallo Stato alla compagnia (72 milioni di euro) per garantire la continuità territoriale sono troppo preziosi per metterli in forse con una politica troppo monopolistica. Massimo Mura, il nuovo amministratore delegato, ha assicurato in un'audizione alla Camera che le tariffe per il trasporto merci e passeggeri rimarranno invariate per tutto il 2015. Inoltre, ha sottolineato che è interesse della compagnia garantire buoni livelli occupazionali e lo sviluppo dell'economia della Sardegna.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Sardegna    Vacanze         
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags