Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Non solo musei: la Firenze Card si allarga anche ai negozi
Categorie in cui questo articolo è presente :   Attualità            

4 Settembre 2015

Non solo musei, ora la Firenze Card si allarga anche ai negozi. Vale 72 ore e costa 72 euro (quando comparve sulla scena ne costava 50) e darà accesso a 72 tra musei e spazi culturali fiorentini, grandi e piccoli. Oltre a quelli già in lista (67 tra cui gli Uffizi, il Duomo, l'Accademia, il Bardini), ora si sono aggiunti altri cinque musei tra cui il museo Bartali di Ponte a Ema e gli scavi archeologici nei sotterranei romani di Palazzo Vecchio. Ma la vera svolta è l'opzione “Firenze Plus”: con l'aggiunta di 5 euro si avrà diritto agli spostamenti Ataf, al wi-fi gratuito ed a sconti in negozi convenzionati. E sono già decine quelli che in pochi giorni si sono iscritti al database comunale  (l'iniziativa è partita il 30 luglio). Tra le strutture convenzionate troviamo negozi di artigianato artistico, di borse, di articoli in pelle, ma anche ristoranti ed alberghi.

E' una vera e propria rivoluzione, che unisce turismo, cultura e commercio. Approvata il 30 luglio, la delibera è stata presentata da Giovanni Bettarini, assessore con delega allo Sviluppo economico e turismo. L'idea è di ampliare il circuito museale a strutture non ancora toccate dall'iniziativa, pur mantenendo prezzo e orario di fruizione invariati. Ciò consentirà di ampliare il ritmo delle vendite, attualmente attestato sulle 1500 card al mese ed in continua crescita.

Inoltre, il vero segno dell'operazione è la Firenze Card Plus per usufruire di prodotti e servizi aggiuntivi. Si tratta di una decisione davvero innovativa, che renderà le Firenze Card popolari anche tra i patiti dello shopping. Già da tempo numerose attività economiche fiorentine chiedevano di aderire al circuito; inoltre, anche gli esercenti godranno di vantaggi promozionali, quali una maggiore visibilità sia in loco (tramite insegne apposite) che tramite il digitale (sono segnalati sull'app dedicata e sul sito Firenze Card).

Per accedere al circuito gli operatori dovranno fare domanda tramite bando aperto e pagare una quota annuale di 500 euro, ridotta a 300 per le guide turistiche e per le aziende dell'artigianato artistico, oppure a 250 euro per le attività iscritte all'Albo degli esercizi storici. Le attività possono appartenere al settore ricettivo oppure essere trattorie, ristoranti, centri per la degustazione, per le escursioni e le visite turistiche o per il noleggio dei mezzi di trasporto; inoltre possono appartenere al settore sport e benessere, oppure offrire spettacoli dal vivo. Infine, vi rientrano tutti i tipi di negozi e le attività culturali. Tramite la Firenze Card Plus, i titolari della tessera (e i componenti del nucleo familiare con meno di 18 anni) potranno avere uno sconto di almeno il 10% su prodotti e/o servizi. Oppure, in alternativa, ad un prodotto omaggio il cui valore sia pari ad almeno il 10% dell'acquisto totale fatto dal cliente.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Firenze            
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags