Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo PostepayCrowd, il portale di crowdfunding sponsorizzato da Poste Italiane
Categorie in cui questo articolo è presente :   Tecnologia            

26 Giugno 2015

Sono 21 le start-up del settore della telefonia mobile, della digitalizzazione e della social innovation  finanziate dal programma di crowdfunding a marchio Poste Italiane. Si chiama PostepayCrowd e nasce dalla collaborazione con Visa e Eppela (principale piattaforma per la raccolta fondi in Italia). Partito nel 2014 ha già raccolto circa 6 milioni di euro, di cui 250 mila hanno finanziato 21 progetti selezionati tra tutti quelli che sono stati presentati per il cofinanziamento Visa e Poste Italiane. Il finanziamento massimo è stato di 5000 euro per ogni start-up.

Tra queste troviamo Cervellotik, piattaforma online attiva da ottobre 2014. L'obiettivo è quello di dare sempre la risposta giusta alle domande degli studenti (per traduzioni, esami, ecc.) grazie a laureati esperti (chiamati “i cervelloni”) che prestano il loro impegno gratuitamente oppure a pagamento. Il costo medio delle sessioni sulla piattaforma è di 5 euro all'ora, rispetto alla media di 28 euro all'ora delle comuni ripetizioni. Cervellotik è stato ideato da 6 ingegneri informatici di Potenza ed ha preso il via da un contrattempo occorso da uno di loro, costretto a cercare per ben 20 giorni su internet tracce d'esame risolte ed argomentate per un esame di elettronica. La piattaforma conta 1000 utenti tra studenti (600) e “cervelloni” (350) provenienti da oltre 30 università italiane ed esperti in 20 materie diverse. Tra l'altro, su Cervellotik è possibile trovare già 600 spiegazioni pubblicate.

Un'altra start-up finanziata da Postepaycrowd è Appeatit, che consente di godersi la propria pausa pranzo al ristorante convenzionato più vicino al posto di lavoro, con posto e piatti in tavola all'ora stabilita. Tutto ciò permette a ristoranti e mense aziendali di conoscere già il giorno prima gli ordini dei dipendenti, i quali possono pagare in anticipo.

E, dopo le start-up, tocca alle band. Postepaycrowd, infatti, ha aperto la sezione Postepaycrowd@Music, un concorso dedicato alle band emergenti, che avranno tempo fino al 4 luglio per presentare la propria candidatura. Le 5 band che per quella data avranno raccolto la somma più alta sulla piattaforma di crowdfunding riceveranno anche 5000 euro di cofinanziamento da Visa e da Poste Italiane.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    tecnologia            
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags