Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Quando l'amministrazione comunale passa per Twitter
Categorie in cui questo articolo è presente :   Internet            

24 Luglio 2015

A Jun, piccola cittadina spagnola di 3500 abitanti, la gestione comunale si basa su Twitter: si parla con il sindaco, José Antonio Rodriguez Salas; si segnalano le buche sui marciapiedi o nel manto stradale; si sceglie il menù della scuola; si chiama o si inviano segnalazioni alla polizia... tutto rigorosamente in 140 caratteri. L'amministrazione del comune sui social network ha permesso di spazzare via la tradizionale e pesante macchina burocratica spagnola ed i risultati dell'esperimento sono incoraggianti. La gestione via Twitter ha permesso, infatti, di aumentare la partecipazione dei residenti alla vita dell'amministrazione locale: generalmente, i cittadini evitano di partecipare in quanto convinti che le loro opinioni non contino o che non vengano ascoltate. Con la rete sociale creata da Twitter, invece, i problemi, le segnalazioni e le proposte hanno un riscontro immediato, consentendo di dare e di ricevere risposte veloci ed efficaci.

Un esempio efficace è quello del decoro urbano: gli spazzini postano le immagini del loro lavoro, in modo da testimoniare e raccontare in modo semplice e concreto quello che fanno. Ciò non solo dà maggior fiducia nei servizi pubblici, ma rende anche le persone più consapevoli e più rispettose della pulizia nelle strade e nei luoghi pubblici. Inoltre, l'esperimento ha dato buoni risultati anche nella lotta alla delinquenza e nel coinvolgimento dei cittadini di Jun. Si è scoperto che l'interazione immediata aumenta il coinvolgimento del pubblico e la consapevolezza dei loro doveri civici. Twitter, inoltre, fornisce dati precisi sugli atti di delinquenza e sui crimini, consentendo alle forze dell'ordine in maniera più rapida ed a volte anche preventiva. Non solo è cambiata la percezione della polizia da fonte di punizione a fonte di aiuto, ma si impartisce a tutti una lezione di educazione civica.  

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Twitter    Internet         
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags