Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Quando un parco diventa vita sociale e molto altro
Categorie in cui questo articolo è presente :   Attualità            

30 Maggio 2015

Nel 2010, il Tempelhofer Feld, ex aeroporto di Berlino Ovest, è stato convertito in un parco. Un parco molto particolare, esteso 300 ettari (è lo spazio aperto urbano più grande del mondo) e centro della vita sociale berlinese. Tutti lo frequentano: studenti, famiglie, artisti, atleti ed agricoltori. Non deve stupire: le piste di atterraggio sono diventate orti biologici, i prati ospitano lezioni all'aria aperta per bambini e genitori, panchine, sedie e interi salotti in legno riciclato, oltre ad installazioni di eco-arte, fiere internazionali, sfilate e tornei; esistono piste per skater e campi per jugger (uno sport nato dall'unione di calcio, pallamano e hockey), baseball, basket e tennis; l'aeroporto è diventato un museo, anche affittabile per eventi e per uffici privati. E poi ci sono i concerti: Belle e Sebastian, The Libertines, Bastille, Mecklemore & Ryan Lewis, mentre a settembre il Tempelhofer Feld ospiterà Loollapalooza, storico festival itinerante, che arriva per la prima volta in Europa.

E questo 25 maggio sarà una data importante sia per il parco che per l'intera Berlino. Sarà infatti un anno esatto dal referendum che l'ha salvato da un progetto di speculazione edilizia. L'aeroporto, infatti, costruito negli anni Venti, sede del campo di concentramento di Berlino durante il regime nazista e protagonista del “ponte aereo” durante il blocco della città organizzato dall'URSS, è stato chiuso nel 2008. Trasformato in un parco nel 2010, già l'anno successivo il consiglio comunale presentava un progetto di riqualificazione immobiliare: aree commerciali, case popolari con 4700  appartamenti, scuole ed asili, una nuova stazione della S-Bahn (i treni urbani) e una nuova sede della Biblioteca Centrale. Più 200 ettari di verde.

Tuttavia, il movimento 100% Tempelhofer Feld si è opposto ed ha vinto. Realtà nata dal basso, ha raccolto più di 220 mila firme contro il progetto e al referendum ha votato contro il 64,3% (sono stati ammessi al voto solo i residenti con passaporto tedesco). La partecipazione è stata così ampia che non sono bastati i moduli. Adesso i progetti e le iniziative sociali ospitate nell'area sono in aumento esponenziale: si va dagli spazi per uccelli rari e le specie in via di estinzione agli orti comunitari nati dagli scarti metropolitani e gestiti da 500 agricoltori autorganizzati, dal festival di arte contemporanea alla Formula E Champioship (competizione mondiale automobilistica per monoposto elettriche). Ogni anno il parco ospita circa 90 eventi: la superficie all'aperto è gestita da Grun Berlin (coordinato dal dipartimento per lo sviluppo urbano del Senato). Sono i Berlinesi a proporre i temi (circa 350 l'anno): la selezione avviene in base al loro impegno sociale ed ecologico.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Berlino    Germania         
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags