Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Riconversione immobiliare: fari che diventano alberghi e ristoranti suggestivi
Categorie in cui questo articolo è presente :   Edilizia            

26 Aprile 2015

E' sempre più di moda in Spagna la tendenza a convertire i fari in bar, chiringuiti (chiostri tipici della costa spagnola), ristoranti pittoreschi o piccoli alberghi. Non solo il progetto è previsto ed incoraggiato da una legge nazionale, ma la stessa collocazione dei fari (sulla costa, spesso a picco sul mare o vicino a scogliere, in luoghi suggestivi ed a volte incontaminati) ha il suo peso nell'attrazione dei turisti. Al momento, la riqualificazione commerciale ha interessato sette fari in tutta la Spagna, ma il governo e gli imprenditori prospettano interventi molto più consistenti già a breve termine: sono ben 19 i piani di conversione pronti solo nelle Baleari. Il progetto (chiamato “Faros de Espana) è stato promosso dal Ministero delle Infrastrutture: in Spagna esistono ben 189 fari e la loro manutenzione è molto costosa. Troppo costosa sia per le casse statali sia per l'uso che se fa.

Tra i fari già riqualificati troviamo il faro Formentor, nella più settentrionale ed incontaminata di Maiorca (trasformato in un bar), il faro di Cap d'Artuix, a Minorca (dove è prevista a breve l'inaugurazione di un ristorante) e il faro Finisterra in Galizia (trasformato da anni in un albergo con vista sull'Oceano Atlantico). E sono previsti altri progetti, tra cui a Portocolom (che trasformerà un faro dell'Ottocento di 25 metri in un piccolo albergo suggestivo) ed a Xabia, tra Valencia ed Alicante (con la riqualificazione del faro in un hotel a 4 stelle).

Tuttavia, non sempre gli abitanti della zona sono felici all'idea della riconversione. Ad esempio, una delle riqualificazioni commerciali progettate nelle Baleari è stata bloccata dal sindaco. Si tratta del faro di Cap de Barbaria, a Formentera, uno dei simboli dell'isola: doveva essere trasformato in una caffetteria esclusiva con vista panoramica, ma il presidente del Consell (l'equivalente del sindaco) ha fermato tutto, con la motivazione che i turisti prediligono questo luogo proprio per la sua natura incontaminata. E la stessa tesi è ripresa dagli abitanti di altri centri interessati, mentre nel sud della Spagna, in Andalusia, sono nate associazioni per la tutela dei fari storici. Ma il centro delle polemiche risulta sempre l'arcipelago delle Baleari.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    News immobiliari            
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags