Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Riprendono le compravendite a Milano, ma i prezzi continuano a scendere
Categorie in cui questo articolo è presente :   Mercato immobiliare            

30 Agosto 2015

A Milano la compravendita di case di seconda mano (cioè non di nuova costruzione) sono riprese: la contrazione dei prezzi e delle contrattazioni ha subito un'inversione di tendenza nel corso del 2014, tanto che l'anno si è chiuso con un saldo di solo – 1,5%. Questa tendenza, tra l'altro, si è accentuata nell'ultimo trimestre (- 0,1%). Insomma, i valori sono sempre negativi ma la ripresa c'è. Attualmente, le quotazioni medie di una casa in vendita nel capoluogo lombardo sono di 3462 euro al metro quadro.

Nonostante l'aumento delle vendite, tuttavia, i prezzi continuano la loro corsa al ribasso in tutti i quartieri e le aree di Milano. Fanno eccezione soltanto il centro storico (i cui prezzi, già molto elevati, hanno addirittura subito un aumento del 9,3% in un anno, arrivando a ben 7131 euro a metro quadro) e la zona di Porta Vittoria. Qui i valori si sono mantenuti stabili durante tutto il corso dell'anno (+ 0,4%), rimanendo in media sui 3947 euro al metro quadro.

Le quotazioni immobiliari sono in calo in tutte le macroaree di Milano: cali superiori al 5% si riscontrano sia in periferia, come a Certosa (- 5,8%, 2383 euro a metro quadro) ed a Baggio (- 6%, 2174 euro a metro quadro) – sia nelle zone residenziali, come Fiera De Angeli (- 6,9%, 4511 euro a metro quadro). Drastici ribassi riguardano invece Corvetto-Rogoredo, Famagosta-Barona e Comasina-Bicocca, con cali rispettivamente del 7,6%, 8,4% e 8,8% e quotazioni medie di 2400-2500 euro a metro quadro.

Altre 7 aree sono interessate da ribassi variabili tra il 4,7% e l'1,8%, mentre a Forlanini e Vicentino-Ripamonti i cali sono sotto la media.

Anche nel resto della provincia si registra una leggera ripresa, ma prezzi ancora al ribasso: la media della contrazione è dello 0,8%, che ha portato a quotazioni medie di 2791 euro al metro quadro. Tra i comuni della provincia solo Cologno Monzese e Gorgonzola hanno visto i prezzi in controtendenza, con valori rispettivamente del + 0.8% e del + 0,5%. Il record negativo spetta al comune di Garbagnate Milanese (con un ribasso dei prezzi del 15,9%), mentre le quotazioni più basse riguardano il comune di Legnano (1624 euro al metro quadro).

La tendenza al ribasso dei prezzi immobiliari nel 2014 ha riguardato tutte le provincie della Lombardia: fanno eccezione soltanto quella di Pavia (+ 6,4%) e quella di Bergamo (+ 3,4%). Invariate le quotazioni degli immobili a Brescia. I segnali di ripresa, a Milano come in altri capoluoghi lombardi, si verificano quando i bassi valori del mercato immobiliare incontrano possibilità di spesa da parte degli acquirenti. Per questo, visto l'andamento dei prezzi, il 2015 sarà a detta di tutti gli esperti un anno decisivo per la ripresa del mercato immobiliare lombardo.

Fonte:  Serena Marchini   
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags