Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo SARDEGNA: SCOPRIAMO LA ZONA DELL’OGLIASTRA
Categorie in cui questo articolo è presente :   Vacanza            

14 Giugno 2015

Una delle zone incontaminate che ancora rimangono in territorio italiano, precisamente in Sardegna, è il territorio dell’Ogliastra. Situata nella costa est dove mare e montagna fanno parte di uno dei posti più incantevoli che si possano ammirare: infinite le quantità di angoli meravigliosi tra mare cristallino e montagna, angoli unici tra colori e profumi inconfondibili.

L’origine del suo nome si pensa derivi dalla parola olivastri, presenti in gran quantità oppure da aguglia dall’enorme pietra monolitica Pedra Longa chiamato Agugliastra a picco sul mare, nella zona di Baunei.

L’Ogliastra si affaccia nel Mar Tirreno e confina a nord con la provincia di Nuoro e a sud con quella di Cagliari, ha un porto Arbatax ed è servito anche da un aeroporto per piccoli velivoli, ci si arriva facilmente anche da Olbia e da Cagliari via terra, per chi invece vuole fare una cosa insolita c’è il “trenino verde” che attraversa i boschi della più importante montagna della Sardegna il Gennargentu, la linea turistica di 159 km dalla stazione di Mandas ad Arbatax sarà una scoperta indimenticabile.

Situato nel versante orientale dell’isola comprende luoghi di inestimabile bellezza, la scoperta dei tour operator di questa zona sta dando grosse soddisfazioni in campo turistico per chi ama la natura pur non facendo voli troppo lunghi e faticosi, il paradiso è a portata di mano a circa un’oretta di volo da quasi tutte le città d’Italia e di due o tre ore da quelle europee.

I turisti che amano visitare la Sardegna e le sue bellezze, potranno affittare ville o pernottare in B&B, provengono da tutti i paesi ma ultimamente si è notato che la maggior parte arrivano dal nord Europa, molti tedeschi e russi stanno scoprendo la vacanza all’insegna del relax e del cibo genuino che questa zona offre.

Facendo il giro in barca incontriamo delle calette raggiungibili in prevalenza via mare o facendo trekking la spiaggia di Cala Luna, Cala Sisine, Cala Mariolu e Cala Goloritzé, più a sud Tancau, la spiaggia di Girasole, lido di Orrì, Cea, Marina di Barisardo e Cardedu, Coccorrocci e il Golfo di Sarrala.

Per chi ama la natura incontaminata della montagna si può salire piano piano dalla collina per arrivare ai monti del Gennargentu ed ammirare dall’alto dei paesaggi mozzafiato, di rara bellezza.

Dal punto di vista storico-archeologico, la zona è ricca di Nuraghi, Domus de Janas, Fonti Sacre, Tombe dei Giganti e Menhir, consigliamo le visite guidate con delle guide esperte che vi daranno le spiegazioni su queste antiche abitazioni che esistono solo in Sardegna, potrete percorrere dei sentieri sia a piedi, in bici, a cavallo, in macchina e fuoristrada alla scoperta di luoghi che difficilmente dimenticherete.

La gastronomia ogliastrina comprende prodotti genuini come il maialino allo spiedo, sa “trattalia” una treccia fatta con le interiora di agnello e fatta ai ferri, su “casu-axedu” una sorta di yogurt, ma la cosa più caratteristica sono i “culurgiones, il primo piatto è una pasta fatta da una sfoglia di semola e acqua ripiena di patate aromatizzate alla menta, serviti con il sugo di pomodoro al basilico, il tutto accompagnato dal vino Cannonau.

Fonte:  Manuela Velini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Vacanze    Sardegna         
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags