Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Stangata in arrivo a Firenze per i bus turistici
Categorie in cui questo articolo è presente :   Vacanza            

25 Febbraio 2016

A Firenze per il 2016 si prevede una stangata per i bus turistici. il motivo è sempre il bilancio comunale. Dopo aver chiuso l'accordo con Airbnb (il portale che consente ai privati di usare le proprie case per fini commerciali ospitando turisti),  si allarga la base imponibile della tassa di soggiorno da cui si conta di ricavare ulteriori 10 milioni l'anno. A luglio, se (come pare) la legge regionale lo consentirà, anche i soggiorni Airbnb saranno interessati dalla tassa, 1,50 euro a notte per stella. Gli ospiti pagheranno online sul portale Airbnb e sarà poi l'azienda statunitense a girare l'importo complessivo al Comune.

Ora tocca ai pullman che ogni giorno entrano a centinaia nel capoluogo. Portano i visitatori in città o permettono alle comitive di ammirare i lungarni e le strade del centro cittadino. Lo studio di Palazzo Vecchio, annunciato dell'assessore ai trasporti Stefano Giorgetti, è di rivedere al rialzo le tariffe all'ingresso di questa categoria di mezzi. A dire il vero gli importi sono già alti, aggirandosi in media sui 300-320 euro per ingresso per ogni bus turistico. Il rincaro complessivo dovrebbe essere del 10-15%,  quindi si pensa di far pagare in più dai 30 ai 48 euro a ogni mezzo. In ogni caso si prevede di far pagare di meno i mezzi meno inquinanti, mentre per gli Euro 1 e 2 (i bus più inquinanti) il rincaro sarà più alto. Il provvedimento è già stato discusso in Giunta ed è prevista la comunicazione ufficiale (la prima è slittata) a una rappresentanza della categoria da parte dell'assessore Giorgetti. È previsto anche un nuovo sistema di pagamento e agevolazioni per i bus meno inquinanti con controlli più rigidi e mirati ad opera di Sas e polizia municipale. Gli aumenti consentiranno, nelle previsioni, entrate di 2-3 milioni di euro, così che il gettito generato dai mezzi dei tour operator passi da 18 a 20-21 milioni di euro.

Dopo la precedente stangata dell'amministrazione Renzi e i ritocchi del 2015, si è dato l'incarico agli uffici del bilancio e della mobilità di lavorarci  mesi fa. Non si tratta solo di esigenze di bilancio (nel 2015 il debito del Comune era 50 milioni di euro), ma anche il modo di colpire i vettori inquinanti di un turismo spesso mordi e fuggi che ingolfano il traffico. Tuttavia il gettito extra è già uno degli elementi qualificanti del bilancio preventivo 2016 da presentare dopo la pedonalizzazione di Piazzale Michelangelo (intervento da 40mila euro) mentre le categorie promettono il blocco della città in caso di stangate.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Vacanze    Firenze         
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags