Home CASAndo News

Pubblica News

Ricerca Annuncio

Pubblica Annuncio

icona degli articoli pubblicati Dettaglio Articolo  

Nuovo Articolo Vino, musica e bioarchitettura per l'Amiata Piano Festival
Categorie in cui questo articolo è presente :   Musica            

10 Luglio 2015

Il prossimo 25 giugno si aprirà l'undicesima edizione dell'Amiata Piano Festival, che proseguirà a luglio ed agosto. Partito con concerti in cantina con il sostegno della famiglia Bertarelli-Talpa (produttori in Maremma del Montecucco, uno dei migliori vini italiani), adesso il festival è una delle rassegne musicali italiane più prestigiose. In programma Rochmaninov, Bach, Nicola Campogrande, Piazzolla, Gulda. Tra gli artisti che si esibiranno vi sono il Quartetto della Scala, Silvia Chiesa, Attilio Zanchi ed Enrica Liciarelli. Oltre, naturalmente, a Maurizio Baglini, uno dei più importanti pianisti classici, ed uno degli ispiratori ed organizzatori dell'Amiata Piano Festival, dieci anni fa. Sua l'idea di unire musica ed eccellenza economica italiana.

Ora, diventato famoso a livello internazionale, si è deciso di tenere il festival in una vera sala per concerti, senza abbandonare la Maremma e, in particolare, le colline di Poggi del Sasso, dove la famiglia Bertarelli-Talpa produce il suo squisito sangiovese e dove si sono tenuti finora i concerti. L'architetto a cui ci si è rivolti è Edoardo Milesi, bergamasco, che in precedenza aveva curato, sempre nella stessa zona, il restauro del Monastero di Siloe e del complesso di Sant'Agostino a Montalcino. Milesi, che ha ottenuto quest'anno il Premio IQU per i progetti di bio-architettura promossi ad Haiti (dove ha formato artisti locali), si è sempre ispirato alla natura per le sue creazioni. Questa volta, con il Forum Fondazione Bertarelli, capolavoro di architettura ecosostenibile, ha copiato la natura non solo per integrare l'edificio nel paesaggio circostante, ma per realizzare un'acustica splendida. Il Forum è realizzato in cemento rosso (la stessa terra del vigneto), acciaio coten (che si ossida naturalmente e cambia colore con la luce) e vetro. Dotato di ventilazione naturale, anche la propagazione del suolo non fa uso di tecnologia. Può ospitare 300 persone e un'orchestra fino a 40 elementi. Infatti, a differenza delle precedenti edizioni in cantina, questa volta il festival aprirà anche a concerti sinfonici. Inaugurato con l'apertura dell'Amiata Piano Festival, il Forum Fondazione Bertarelli comincerà anche la sua vita come teatro. Il connubio tra la bellezza del paesaggio e quella della musica classica è stato mantenuto, mentre è stata vinta la scommessa di portare il pubblico della musica classica in piena campagna. Anche se si deve lasciare l'auto e proseguire a piedi attraverso il vigneto per raggiunger la sala concerti.

Fonte:  Serena Marchini   
Tags in cui l'articolo è presente :    Musica            
    
          Share on Tumblr




Iscriviti alle nostre News

Nome: *
Mail: *
Informativa Privacy

icona degli articoli pubblicati Categorie

icona dei Tegs degli articoli pubblicati Tags